Obiettivi

In linea con scelte di aggregazione già adottate in Europa, ora anche i retailer italiani Io BimboIperbimbo e Papabù uniscono le forze per continuare a crescere e offrire prodotti di qualità a prezzi competitivi, con un servizio altamente specializzato in un mercato ancora molto frammentato. L’obiettivo di G.I.P.I., società consortile a responsabilità limitata, con un giro d’affari aggregato di 160 milioni di euro, è di crescere in tre anni del 15% e di incidere sia a monte che a valle della filiera.

Come prima centrale di acquisto specializzata nel settore, infatti, il nuovo consorzio favorirà uno sviluppo sostenibile del mercato per la maggiore capacità di acquisto e, in qualità di partner dell’industria, comunicherà il traffico di vendita e di stoccaggio ai fornitori in modo da aiutare una maggiore pianificazione degli stock, in una logica sempre più “just in time” con ricadute positive sui prezzi. Inoltre, con l’industria svilupperà linee di prodotto in esclusiva, realizzate apposta per le insegne aderenti a G.I.P.I., le quali avranno una distribuzione e una visibilità su scala nazionale grazie ai 111 punti vendita del consorzio in tutta Italia.

Così Io Bimbo, Iperbimbo e Papabù (quest’ultimo raggruppa i punti vendita Ideal Bimbo, Paniate e Universo Bimbo) manterranno le proprie insegne sul territorio, mettendo invece a fattor comune ciò che li caratterizza per diventare un gruppo forte e sinergico, in grado di potenziare la partnership con l’industria e di offrire standard di qualità alti e uniformi in tutta Italia. La cooperativa Io Bimbo, per esempio, con i suoi 62 punti vendita porta un’affermata capacità di coordinamento associativo, un buon potere di negoziazione e una lunga esperienza di comunicazione con il cliente finale. Ideal Bimbo è particolarmente forte nella puericultura pesante e Iperbimbo nell’alimentazione; Universo Bimbo è invece più specializzato nella cosmetica per mamma e bambino e Paniate è l’esperto del giocattolo.